martedì 29 ottobre 2013

Panini alla robiola



Ancora una volta un post per celebrare un bellissimo incontro..
Le Piccole Pesti (io e frankie) e le Svalvolate  sono state ospiti con timidezza e  grande onore nella cucina dello Ziopiero (e se vogliamo dirla tutta un pochino ce la "tiriamo"davvero di conoscerlo di persona :) ). Tortine, pandori, biscotti, panini e creme di limoncello sono gli appetitosi doni che ci siamo scambiati. Ecco i miei panini alla robiola la cui forma ha lasciato alquanto perplessi...si è parlato di una certa somiglianza a qualcosa che sarebbe "scurrile" affermare pubblicamente.
Ciò nonostante sono stati piacevolmente apprezzati. :)
Ziatam questo post è dedicato a te..che non hai potuto esserci ma che eri presente con il cuore...e con l'ottima crema di limoncello ;-P


Ingredienti (per 8 panini)


200 gr Farina Buratto di Mulino Marino
50 gr Manitoba
150 gr latte
10 gr strutto
75 gr robiola
4 gr Lievito di birra fresco
5 gr sale
Un cucchianino di malto


Procedimento



  • Sciogliete il lievito con il malto nel latte tiepido.
  • Aggiungete le farine miscelate insieme, la robiola, il sale e lo strutto in ultimo.
  • Lavorate l'impasto fino a quando sarà liscio ed omogeneo.
  • Riponetelo a lievitare in una ciotola lievemente unta di olio coperta con pellicola.
  • Una volta raddoppiato sgonfiate l'impasto, dividetelo in 8 pezzi e date loro la forma desiderata*.
  • Preriscaldate il forno a 200° (io in modalità statico).
  • Infornate per circa 15 minuti, o comunque fino a cottura, regolandovi con il vostro forno.
*Per la forma io mi sono ispirata qui.



11 commenti:

  1. Mmmmh, chissà che buoni! No dai non hanno forme equivoche!! Buona giornata. Baci baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lara..almeno tu non sei maliziosa ;-P

      Elimina
  2. ahahahahahah! mi stavi facendo...penare, nell'attesa di vederli :))))
    grazie tesoro, io c'ero sì, ci sono sempre, con voi :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia bellissima ZIatam lo so che eri con noi...non potevi condividere le nostre pene :D

      Elimina
  3. Molto buoni questi panini. Lo ripeto pubblicamente. Così te la puoi "tirare" ancora di più!
    :D :D :D

    p.s. ti sei ispirata al "montasu" ferrarese, ma ti è venuta tutta un'altra forma sulla quale, appunto, meglio soprassedere...ne abbiamo dette di troppe nella mia cucina che ancora echeggiano "zeta" e "pi" :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah...bellissima la tua espressione quando li hai visti.. "Maya ma che c...o di forma ai fatto?". La risposta ovviamente era implicita.
      Ormai vedo e trasformo tutto in flauti e mandolini :D

      Elimina
    2. Ecco, brava. La prossima volta porta anche qualche bel mandolino! :D :D :D

      Elimina
  4. Sai che ci farei io con quel panino....ora ??? Me lo mangerei con la mortadella, altroché ! Spettacolo ! E continuate a divertirvi ;) Un abbraccio !

    RispondiElimina
  5. Io invece con una bella crema di gianduia!! Che ho scoperto si fa con il bimby in pochissimo tempo, prima o poi la pubblico. Bellissimi i tuoi panini Maya, non importa che forma hanno.

    RispondiElimina
  6. Ahahahahhah é stato un pomeriggio stupendo! Anche io me la tiro perché oltre a conoscere il famoso temutissimo del food blogging conosco le bellissime persone che sono dietro a questi schermi!
    Questi panini sono buonerrimi!!! Chissenefrega della forma :-)

    RispondiElimina
  7. Fiuuu...ho penato per arrivare fin qui!
    Belli i tuoi panini...e pure buoni!

    Che bello anche io me la posso "tirare" per il "temutissimo"! Certe bastonate me becco ahahahahah

    RispondiElimina